Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Ponzano Monferrato

ALBO PRETORIO ON-LINE
Comune di Ponzano Monferrato
San Sebastiano

SAN SEBASTIANO

Presso il castello Cavallero. Costruita nel 1725, fino al 1847 fu sede della confraternita di S. Sebastiano, che è stata ricostituita recentemente allo scopo di restaurare l’edificio.
Facciata divisa da quattro paraste; l’ingresso è preceduto da 12 ripidi gradini. Sopra la porta è affissa una lapide marmorea con l’elenco dei caduti della guerra 1915-18 (scritta: «Flores salvete martyres»), sormontata da un’aquila in cemento e stucco con stemma dei Savoia. Il campanile ha sezione triangolare. Interno modesto; piccola aula absidata (m 14 x 5) con decorazioni pittoriche del 1940. Un altarino è sormontato da un baldacchino pendente dal soffitto col cielo popolato da angioletti. Vi è anche un coretto con piccoli scranni e una balaustrata di legno. Nell’abside è posta una tela centinata settecentesca rappresentante i Ss. Sebastiano e Rocco in venerazione della Sindone e della Vergine, trafitta da un dardo. La Via Crucis è realizzata in quadrelli di ceramica. In due nicchie vetrate sono custoditi un Crocifisso e una Madonna del Rosario di stucco. Vi sono poi alcuni quadretti con litografie raffiguranti S. Antonio da Padova, S. Chiara, S. Cecilia, S. Giovanni Bosco; la Madonna di Oropa reggente in mano un cuore fiorito.

 

 

Church of Saint Sebastian

At the Cavallero castle. Built in 1725, until 1847 it was the seat of the confraternity of S. Sebastiano, which was recently rebuilt in order to restore the building.

Facade divided by four pilasters; the entrance is preceded by 12 steep steps. Above the door there is a marble plaque with the list of war victims from 1915 to 18 (written: "Flores salvete martyres"), surmounted by an eagle in cement and stucco with the Savoy coat of arms. The bell tower has a triangular section. Modest interior; small apsed classroom (14 x 5 m) with pictorial decorations from 1940. A small altar is surmounted by a canopy hanging from the ceiling with the sky populated by little angels. There is also a coretto with small benches and a wooden balustrade. In the apse there is an eighteenth-century centinate painting representing the Saints Sebastiano and Rocco in veneration of the Shroud and the Virgin, pierced by a dart. The Via Crucis is made of ceramic quadrelli. In two glass niches a Crucifix and a Stucco Rosary Madonna are kept. Then there are some pictures with lithographs representing St. Anthony of Padua, St. Clare, St. Cecilia, St. John Bosco; the Madonna di Oropa holding a flowery heart in her.