Versioni alternative: dimensione testo

Comune di Ponzano Monferrato

ALBO PRETORIO ON-LINE
Comune di Ponzano Monferrato
Chiesa San Antonio Abate

CHIESA PARROCCHIALE DI S. ANTONIO ABATE

 

Presso il castello dei conti Cozio, nello stesso sito di una chiesa precedente antica , già sede di parrocchia prima del 1474 e consacrata nel 1577. In un disegno del 1683 di Giovanni Battista Scapitta la vecchia chiesa, pur non essendo cappella gentilizia, occupava il settore nord-occidentale dell’area fortificata rialzata da poderosi spalti, e la torre campanaria si ergeva sullo spalto del lato nord . La chiesa attuale fu edificata tra il 1711 e il 1725 ; nel 1896 venne ingrandita con l’aggiunta di due cappelle laterali dedicate alla Beata Vergine Maria e a S. Carlo. Importanti restauri furono completati nel 1914. Nel 1949 fu sistemato un bell’altare barocco acquistato dalla cadente chiesa confraternita di S. Marta di Asigliano (decreto della curia arcivescovile di Vercelli del 2/5/1947; l’altare, con la coeva balaustrata, era già stato da qualche anno smontato e deposto nella chiesa di S. Anna di Asigliano); presso l’ampio altare furono aperti due coretti laterali . La chiesa fu consacrata da mons. Giuseppe Angrisani il 16/9/1951. Nel 1958 venne decorata da Carlo Meloni. Il campanile è stato restaurato nella seconda metà del sec. XX: dal giugno 1959 ha cinque campane, di cui tre risalenti al sec. XVIII rifuse dalla ditta Mazzola. Gradinata, portale, bussola e banchi sono stati rifatti negli anni sessanta del sec. XX .
Ai lati del portale, entro nicchie, si trovano le statue di S. Pietro e S. Paolo. Grandioso altare marmoreo barocco. Nella cappella di sinistra dedicata a S. Carlo, una lapide ricorda il conte Ignazio Alessandro Cozio (celebre esperto e collezionista di liuteria) e la moglie Antonia Maria dalla Valle di Pomaro. Nella cappella del Rosario, sul lato destro, è conservata in una nicchia una bella statua lignea dorata della Madonna del Rosario (sec. XVII). Vi sono parecchi quadri; ai lati della porta protetta da una bussola semicircolare sono tuttora presenti le tele già viste nel 1887 da Niccolini: Fuga in Egitto, Presentazione al Tempio ed Esaltazione della Croce; sul fondo del coro c’è un grande Padre Eterno .

 

 

PARISH CHURCH OF S. ANTONIO ABATE

 

At the castle of the Counts Cozio, in the same site of an ancient former church, already a parish church before 1474 and consecrated in 1577. In a drawing of 1683 by Giovanni Battista Scapitta the old church, although not a noble chapel, occupied the sector the north-west of the fortified area raised by mighty battlements, and the bell tower rose on the northern side of the fort. The current church was built between 1711 and 1725; in 1896 it was enlarged with the addition of two side chapels dedicated to the Blessed Virgin Mary and St. Charles. Important restorations were completed in 1914. In 1949 a beautiful baroque altar was purchased, purchased from the tumbling church of S. Marta di Asigliano (decree of the archbishop's curia of Vercelli on 2/5/1947, the altar, with the contemporary balustrade, it had already been dismantled and deposed in the church of S. Anna di Asigliano some years ago); at the wide altar two side choirs were opened. The church was consecrated by Msgr. Giuseppe Angrisani on 9/19/1951. In 1958 it was decorated by Carlo Meloni. The bell tower was restored in the second half of the century. XX: since June 1959 has five bells, of which three dating back to the century. XVIII redone by the Mazzola company. Gradinata, portal, compass and benches were redone in the sixties of the century. XX. There are several paintings; on the sides of the door, protected by a semicircular compass, the paintings already seen in 1887 by Niccolini are still present: Escape in Egypt, Presentation in the Temple and Exaltation of the Cross; at the bottom of the choir there is a great Eternal Father.